Matino Umberto

È nato a Schio e vive a Padova. I suoi libri raccontano, nella forma letteraria del giallo e del noir, la storia del Veneto osservata da un punto di vista inconsueto e suggestivo, ponendo cioè al centro della narrazione i monti e le valli dell’alto vicentino e la loro popolazione di antica origine alemanna, i cosiddetti Cimbri. Nel 2007 ha esordito con La valle dell’Orco, un romanzo di successo che è diventato un long-seller e che nel 2014 è stato pubblicato in Germania. La sua seconda opera, L’ultima Anguàna (2011), ha vinto il premio GialloLimone-Piemonte, è stato finalista al Premio Cortina e al premio Provincia in Giallo. Il terzo romanzo Tutto è notte nera (2015) è un giallo incalzante, che disvela lo straordinario successo dell’eresia protestante in terra veneta nel ’500, e che ha completato quella che è stata definita la “trilogia cimbra”. Nel 2016 ha pubblicato la Storia degli Uscocchi, libera trascrizione di un testo del XVII secolo che narra la lotta fra Venezia e gli Uscocchi, i feroci pirati dell’Adriatico. I Rossi (2018) è un thriller che racconta in maniera drammatica, ma vivace e scanzonata, il tramonto dei sogni, delle lotte e degli ideali dei giovani degli anni Sessanta. Protagonista è, anche questa volta, la provincia veneta e il suo ruolo nella storia italiana

VOLUMI AUTORE