CIMBRI Vicende, cultura, folclore

15,00

350 pagine
ISBN 978-88-6391-302-6

Collana:
Autore:

La Storia del Veneto non può essere ristretta alla celebrazione delle sole glorie marinare della Serenissima e del suo amato leòn, o alla rievocazione di un Veneto contadino e “timorato di Dio”, che da decenni non esiste più. La storia del Veneto è una vicenda ricca di mille sfaccettature che ben delineano il suo carattere cosmopolita e mostrano come i suoi orizzonti siano sempre stati rivolti non solo verso Oriente, ma anche verso Occidente.
Le storie dei Cimbri delle Montagne, che vengono narrate in questo libro, mostrano con grande evidenza che è esistito anche un Veneto tedesco, con un suo dialetto ostico e pieno di fascino, e un Veneto montanaro, legato ferocemente alla terra; che è esistito un Veneto protestante, austero e riformatore e che è inoltre esistito – ed esiste tuttora – un Veneto industriale: il Veneto del lavoro, della fabbrica, della tecnologia e – soprattutto se riferito al mondo cimbro nell’800 – il Veneto del riformismo sociale, del welfare aziendale, della modernità.
Ognuno di questi aspetti ha concorso a formare i caratteri e la cultura del Veneto contemporaneo e di ognuno di essi possiamo riuscire ancora oggi a coglierne, sottotraccia, la presenza e, talvolta, anche l’insospettabile vitalità.